copioni gratis per bambini di ogni età

venerdì 24 ottobre 2014

Fiabe mixate

Fiabe mixate
La scenografia sarà virtuale, saranno proiettate le immagini sullo sfondo del palco
I immagine:l'interno di una casa

Mamma di Cappuccetto rosso: Piccola mia mi raccomando non andare nel bosco per portare il cesto del pranzo alla nonna, capito? Nel bosco c'è il lupo cattivo che mangia i bambini!
Cappuccetto: Sì mamma, non ti preoccupare la tua figlioletta è ubbidiente.
Cappuccetto si avvicina  alla parte esterna del palco e si rivolge al pubblico mentre la mamma esce
Cappuccetto: Mamma mia, com'è pesante! Come se in tutti i boschi ci fossero  i lupi. Io sono sicura che nel bosco dove vado io i lupi non ci sono. E poi ...mi scoccio di ubbidire, io sono grande!
Cappuccetto si incammina sul palco mentre sullo sfondo  si proietta l'immagine di  un bosco

Canto di Cappuccetto-  potrebbe entrare anche  un balletto a questo punto


Cappuccetto: Com’è bello il bosco….avevo ragione io, bisogna disubbidire!  Non c'è nessuno e se avessi obbedito mi sarei persa questa bella passeggiata!
Cappuccetto sente un fruscio di foglie e si spaventa
Cappuccetto: Chi è? Chi sei?
Nessuno risponde
Cappuccetto si rivolge al pubblico: Ma voi vedete qualcosa? Mamma mia...dove sei?. Voglio la mia mammina, ho paura!
Cappuccetto si agita, va  avanti e indietro sul palco, cerca di nascondersi dietro il sipario
Entra un bambino vestito da Pinocchio con il naso lungo e cammina in modo ritmato come un burattino
Cappuccetto esce piano piano dalla stoffa del sipario che si era girata addosso
Cappuccetto: Pinocchio!
Cappuccetto si lancia addosso a Pinocchio abbracciandolo forte
Pinocchio: Cappuccè...ma che hai passato?
Cappuccetto: Niente sono tanto contenta di vederti, sai le voci corrono, sei diventato una star nel mondo dei bambini, tutti ti leggono, tutti ne parlano....
Pinocchio: Cappuccetto...stai attenta se no fai la fine mia,... ti
c resce il naso lungo!
Cappuccetto: C'è il lupo!
Pinocchio: Meno male che stavo passando di qua altrimenti come nella favola vera sarebbe arrivato e ti avrebbe mangiata in un boccone
Cappuccetto: Non me lo dire!
Pinocchio: E io allora te lo ripeto: il lupo…mangia i bambiniiiii ( fa cenno di alzare le braccia per avvinghiarlo)
Cappuccetto: Pinocchio dai non fare così, me la sto facendo addosso! Ho paura, ho paura, ho sentito un fruscio di foglie là dietro
Pinocchio: E allora me ne scappo prima io!
Cappuccetto: E lasceresti sola qui nel bosco,  una bimba?
Pinocchio: I bambini che disobbediscono si cacciano sempre in mezzo ai guai, me ne vado!
Pinocchio si gira verso l'uscita
Cappuccetto  tira per il braccio Pinocchio
Pinocchio: No, ti prego!
Cappuccetto si inginocchia e con le mani giunte prega Pinocchio
Cappuccetto: Pinocchio ....ti prego…portami via di qua
Pinocchio: Ah bella questa! Cappuccetto...che mi prega. Mi piace! mi piace! E dal momento che ci siamo,   allora chiamami anche con un nome giusto
Cappuccetto: Nome giusto!!! Oddio non sei Pinocchio! Sei il lupo.  Aiuto!!! Voglio mamma!
Pinocchio: Ehhh, calmati,   calmati,  sono Pinocchio, in carne ed ossa... ( si schiarisce la voce) ....diciamo! Vuoi essere aiutata?
Cappuccetto: Si dai, portami via di qua, prometto che ubbidirò sempre alla mia mamma e anche al papà, ma anche alla nonna
Pinocchio: E allora baciami la mano! Su  dai!
Cappuccetto bacia la mano di Pinocchio
Pinocchio: E così mi baci la mano?
Cappuccetto: E perchè come si baciano le mani?
Pinocchio: Rispetto, su bimba, rispetto! Ad un santo che si rispetti come me, baci la mano così? In ginocchio
Pinocchio: In ginocchiooooo?
Pinocchio: Sì, è necessario altrimenti la  preghiera non vale!
Cappuccetto si inginocchia e bacia la mano di Pinocchio
Cappuccetto si alza di scatto spaventato
Cappuccetto: Ma sei di legno?????
Pinocchio: E dai non fare la finta tonda , è da una vita che tutti i nonni leggono ai bambini la favola di Pinocchio, un burattino di legno,  e ora tu ti meravigli che sono di legno?
Cappuccetto: Sì, ma dal vivo...sei più di legno!
Pinocchio: Il mio autore Collodi ha scelto di farmi diventare un bambino vero solo dopo aver fatto una buona azione
Cappuccetto: Eccola!
Pinocchio: Cosa?
Cappuccetto: La buona azione!
Pinocchio: E dove sta, io non vedo niente!
Cappuccetto: Sono io la tua buona azione!
Pinocchio: Tuuuu! Una buona azione ...a te....? E quello mi brucia come un pero secco! e' meglio che me ne vado, va!
Cappuccetto: Ma non è giusto che ti prendi gioco di una piccola bimba impaurita!
Pinocchio: Una piccola  bimba ma tanto piccola da non capire le raccomandazioni della mamma!
Cappuccetto: E che ne sai!
Pinocchio: Me l’ha detto la fata turchina
Entra la fata turchina
Fata: Cappuccetto, Cappuccetto meno male che esistono le fate che vedono e sentono tutto e così ho chiamato questo povero burattino
La fata indica Pinocchio con il braccio come per indicare un poco di buono
Pinocchio: Povero…non esageriamo…. borghese medio
Cappuccetto: Borghese medio???(con una smorfia per dire “ma che stai dicendo?) quello Geppetto non tiene gli occhi per piangere!
Pinocchio: Senti ora vogliamo arrivare a che sei tu e a chi sono io?
Fata: E va bene, povero- borghese medio, ok? Ora basta!
Pinocchio: Io stavo tanto bene con i miei amici
Canto di Pinocchio con balletto ( se si vuole)

Fata Turchina: Pinocchio non tocchiamo questo tasto, i tuoi amici! I tuoi nemici, vuoi dire!
Pinocchio: Il gatto e la volpe mi vogliono tanto bene!
Fata: Quelli sono dei ladri, degli imbroglioni, dei delinquenti!
Pinocchio: Ehhh mamma mia ma quante persone  vedi, quelli due ne sono, ahh le fate …le fate!....Immaginano!
Fata: Se non ti avessi sottratto con la mia chiamata da quelli che chiami  i “tuoi amici”(con tono diverso per sottolineare la bugia) Lei sarebbe stata mangiata dal lupo e tu imbrogliato dal gatto e dalla volpe, che si sarebbero prese tutte le tue monete d'oro....scioccone!
Pinocchio: Io…imbrogliato io?
Fata: Derubato, da quei furfanti!
Pinocchio: Questo passo della favola non me lo ricordo, in questo momento mi sfugge! (Pinocchio assume un’aria remissiva)
Fata: Ti sfugge, vero? Mi devo mettere qui ad elencare tutte le marachelle che hai fatto ? Quel povero grillo parlante non ce la fa più a starti dietro!
Pinocchio cerca di cambiare discorso
Pinocchio: A proposito…( si rivolge a Cappuccetto), bella fatina mia,   ma come ha fatto Cappuccetto   ad uscire viva, dalla pancia del lupo, nella storia vera?  Spiega spiega!
Fata: A proposito che? Pinocchio, Pinocchio ma come devo fare con te!
Pinocchio: No, mi è venuta così quest'idea...tu dici sempre che dobbiamo dire ai grandi tutto quello che pensiamo...e io te l'ho detta, vedi come sono ubbidiente?
Fata: Ah, Pinocchio...e va bene...  Nelle favole tutto è possibile, altrimenti che ci sarebbero a fare?
Cappuccetto: (si rivolge a Pinocchio) Appunto, la fata ha sempre ragione! Comunque grazie cari, grazie fata, ora non ho più paura (Pinocchio abbraccia la fata) ,e grazie a te Pinocchio  sei molto umano! (lo abbraccia)
Pinocchio: Ehhh non correre !
Cappuccetto: Io non mi muovo proprio, non vedi?
Pinocchio: Non correre non è riferito a te ma alla mia storia! ….  che poi ti racconterò
Cappuccetto: No dai dimmela adesso, su non resisto!
Pinocchio: E va bene andiamo nel paese dei balocchi e te la racconterò
Escono Cappuccetto e Pinocchio
Si  potrebbe inserire un canto su uno dei personaggi con balletto
Rimane sulla scena la fata  Turchina che si aggiusta il vestito e si rivolge al pubblico
Fata: Eh un altro intervento andato a buon fine, meno male che ci sono le fate nelle favole!
Entra Biancaneve dal lato opposto del palco da cui sono usciti Pinocchio e Cappuccetto rosso
Biancaneve va incontro alla fata Turchina e l'abbraccia
 Biancaneve: Oh che bello incontrarti cara Fatina mia!
Fata : Biancaneve! Sei la mia preferita, se fossero tutte come te diventerei disoccupata!
Biancaneve: Grazie Fatina, sei molto dolce, sai sono sempre stata una tua fan!
Fata: Oh grazie, sono lusingata
Biancaneve:  Sei la fata che mi è  sempre mancata! Per me solo streghe! E che strega! Pettine avvelenato, mela avvelenata...un accanimento proprio!
Fata:  Ma in compenso hai avuto  tutto l'affetto dei sette nani
Entrano i sette nani
Si potrebbe inserire un canto con balletto a tema
I sette nani dopo aver fatto il giro del palco si fermano allineati al centro dl palco e si presentano
Dotto,  Brontolo,  Gongolo,  Pisolo,  Mammolo, Eeolo,  Cucciolo
Dotto: Io sono dotto e valgo per otto, tutto controllo di sopra e di sotto
Brontolo: Io sono Brontolo, un po' irascibile ma ho anch'io il lato sensibile!
Gongolo: Io sono Gongolo, porto   tanta allegria e ogni magone con me va via
Pisolo: Io sono Pisolo col mio sonnellino dormirei per tutto il mattino
Mammolo: Io sono Mammolo il timidone che arrossisce in ogni occasione
Eolo: Io sono Eolo, dallo starnuto potente che spazza tutto  da levante a ponente
Cucciolo: Io sono Cucciolo che senza parlare tanti guai sa combinare
I sette nani si mettono di nuovo in marcia fanno un giro del palco e vanno dietro le quinte a prendere Cenerentola
Portano Cenerentola al centro del palco
Tutti i nani: Cenerentola, non poteva mancare per la sua dolcezza la puoi solo amare!
Biancaneve si avvicina a Cenerentola
Biancaneve: Cenerentola che piacere vederti da vicino,  ora ho capito perchè il principe si preoccupo' di trovare l'altro piede della scarpetta!
Cenerentola: Il piacere è tutto mio vedere una donna che è riuscita a sopravvivere a tutti quegli avvelenamenti, più che una fata avevi un santo in Paradiso!
Biancaneve: Non me ne parlare se i fratelli Grimm avessero allungato la storia con un altro avvelenamento ci sarei rimasta secca
Fata Turchina: (si schiarisce la voce) ..e sarebbe avanzato un principe e così non sarei stata condannata a rimanere zitella a vita!
Biancaneve e Cenerentola: Ma fata Turchina, ma che dici!
Fata Turchina: Un momento di debolezza...su ragazze tutte qui un abbraccio, la vostra felicità è anche la mia...diciamo!
Pinocchio: Ma fata Turchina c'è sempre il mio papà Geppetto!
Fata Turchina:  Zitella! Grazie!
Cappuccetto: Vogliamo fare un bel girotondo per festeggiare questo nostro incontro?
Tutti si danno la mano e si mettono in cerchio dicendo in coro: Raccontate le fiabe ai vostri bambini danno emozioni a grandi e piccini



















sabato 26 aprile 2014

COPIONI GRATIS di CONCETTA SILVESTRI

  Teatro per adulti

Commedia brillante in 2 atti


Di questa tivù non se ne può più
Commedia brillante in 2 atti


Vieni all'happy hour
Commedia brillante in 2 atti

E sorde 
Commedia brillante in 2 atti

Backstage del Natale 
Commedia brillante in 2 atti


Teatro per ragazzi

Bulli e pupe 
Commedia in due atti

Facebook...condividi con prudenza! 
Commedia in due atti
  
La rivolta dei segnali stradali 
Commedia in due atti


Se ami l'ambiente ricicla!  
Atto unico 

La strada è di tutti
Atto unico

Il Portafoglio
Atto unico

Emergenza rifiuti a Napoli 
Atto unico

Spero di continuare a scrivere con passione! 

Alla conquista del west


Canti del musical:
  1. Il lungo il corto e il pacioccone
  2. Il pistolero
  3. Grazie a Gimmy

Entrano sulla scena il lungo il corto e il pacioccone
LUNGO:Eccoci qua siamo arrivati, da tutto il west scacciamo i pirati
CORTO:I pirati? Dove li hai avvistati?
LUNGO: Ma nella prateria di casa mia!
CORTO: Caro Lungo, ma come puoi avvistare ciò' che in prateria non ci può' stare?
CORTO: Ecco io so tutto l'ho studiato col bluetooth ;
I pirati stan nel mare
i briganti san sparare
solo indiani puoi trovare
in tutto il west
da ovest e ad est.
LUNGO: Io son pronto anche a sparare se un indiano devo cacciare
PACIOCCONE: Sparare! Indiano! Ehi, vacci piano!
CORTO: Lo sceriffo è  molto buono e vuol salvo ogni uomo!
LUNGO:E va beh, ma allora la pistola che ci serve per la ola?
CORTO e PACIOCCONE: Bravo ecco cosa fare... la possiamo subito organizzare? 
PACIOCCONE: Io la prendo e il braccio stendo
CORTO: Anch'io la sfodero e la mantengo
LUNGO:Ed in ultimo io mi aggiungo, perchè si sa io sono il lungo!
 
I bambini sfilano uno alla volta la pistola e poi cominciano ad ondulare per la ola 
Parte la musica "Il lungo, il corto e il pacioccone"
 
Per  l'introduzione del canto "IL PISTOLERO"
 
Entrano 4 bambini
BAMBINO1: Avete saputo la novità che ora passerà di qua?
Gli altri 3 BAMBINI: Dicci ...dicci ....tutto , non importa poi se è brutto
BAMBINO1:Hanno detto... ma poi chissà ....che un pistolero arriverà
Gli altri 3 BAMBINI: Un PISTOLERO ??? Ma dici il vero????
BAMBINO1: Così mi han detto, non per diletto! Chi ha riferito non ha mentito!
Gli altri 3 BAMBINI: Su scappiamo..da mamma andiamo!
BAMBINO1:Ma che scappare...bisogna restare ..lui viene solo per cantare 
BAMBINO 2:Un pistolero che canta solo ...è un'occasione da prendere al volo!
BAMBINO 3: Che tipo è ...giocherà con me?
BAMBINO 4 : Su aspettiamo così balliamo!
BAMBINO1: E un pistolero un poco strano...canta e balla con il capo indiano!
Gli altri 3 BAMBINI: Oh...che bellezza allora con lui non ci sarà più tristezza...la guerra finirà...la pace regnerà!
BAMBINO 2: Racconta ancora ...che ha fatto finora?
BAMBINO1: Ama tanto gli animali come i suoi non ce ne son uguali!
BAMBINO 4: Che significa tutto questo...su dai racconta il resto!
BAMBINO 4 :: Ha un ronzino tanto carino ma di un cammello sembra il fratello!
BAMBINO 2: Io non sono un cretino ..ma non so cos'è un ronzino! 
BAMBINO1: E' un cavallo un po' bruttino, che non si stanca nel cammino 
BAMBINO 3:Dicci altre novità, cos'altro ha?
BAMBINO1: Una rana, un cane , un gallo stanno insieme al suo cavallo!
BAMBINO 4 :Un pistolero strano davvero!
BAMBINO 4 :E vi dirò di più...ha un maialino tutto blu
I 3 BAMBINI: E allora non fallo aspettare digli subito che può entrare
 
Entra il Bambino che canta il PISTOLERO
 
Introduzione al testo "Grazie a Gimmy"
 
Entra un gruppo di bambini (anche tutti i partecipanti) e urlano come nei cortei in modo ritmato con delle bandiere in mano come insegna c'è scritto ...."Alla conquista del west" (o qualcosa di simile):
Tutti: Forte e potente .....Gimmy è !
Tra gli eroi ......c'è Gimmy il cowboy!
 
Fanno un giro del palco e poi si fermano al centro
Esce una bambina dal coro
Bambina 1:Oltre bravo è anche bello lo vorrei come fratello! 
Esce un altro bambino dal coro
Bambino 2 : Con luna nera esce la sera.
Bambino 3 Il capo indiano gli tende la mano
Bambino 3:Ora il west come è vivace , in valli e prati c'è la pace 
Entra una bambina molto agitata
 
Bambina :Ho da dirvi una gran cosa
Tutti: Oh, davvero? Gimmy si sposa?
Bambina: Gimmy ha mandato il ladrone In prigione!
Tutti: Golden nero ? Per davvero?
Bambina: Con il capo indiano ha fatto un piano
Entra un bambino:
Bambino: Nero Golden per quanto astuto ci è cascato come un pennuto
Bambina: E' arrivato dal capo indiano, nella tenda ...sul divano 
Bambino: Mentre assaggiava un tè bollente fece la fine del perdente
Bambina: Arrivò Gimmy con la sua fierezza e lo prese con destrezza
Bambino: Ora marcisce in prigione e nella valle c'è 
un gran cenone 
Bambina: Tutti quanti siete invitati perchè grazie a Gimmy ci siamo salvati!
 
Inizia la musica del Testo"Grazie a Gimmy"

venerdì 25 aprile 2014

Vieni all'happy hour




Commedia brillante
in due atti
di
Concetta Silvestri

Depositato alla S.I.A.E


                                                                                        scarica il copione
...
SINOSSI: In un bar di periferia dove sono soliti riunirsi i ragazzi del quartiere, entrano i personaggi più strani e si verificano situazioni brillanti. Il proprietario si sente un po' una guida e cerca di controllare anche l'uso di alcool.



Personaggi in ordine di apparizione:
1. Giacomo cliente
2. Pippotto proprietario del bar
3. Vanessa cameriera del bar
4. Lusy cameriere del bar
5. Pasquale cliente
6. Michela cliente
7. Agostino cliente
8. Gaetano cliente
9. Maria cliente
10. Andrea cliente
11. Genni amico di Lusy
12. Roberto venditore
13. Carmela moglie di Pippotto
14. Monica figlia di Pippotto
15. Raffaele figlio di Pippotto
16. Marco cliente
17. Veronica amica di Raffaele
18. Katia amica di Veronica

Primo tempo

La scena si svolge in un bar di periferia dove sono soliti incontrarsi i ragazzi del quartiere.
Dietro il grosso bancone c’è Pippotto, il proprietario, Vanessa,una cameriera molto socievole, pulisce i tavoli.
Entra Giacomo vestito con enormi occhialoni con papillon di colore vivace che non ci azzecca affatto con il gilet, i pantaloni che gli arrivano quasi sotto le ascelle sorretti da bretelle e la loro lunghezza arriva a coprirgli poco più che il polpaccio (caviglie scoperte).

Giacomo: Caro Pippotto mio bello …come va!
Pippotto:piano con le avances…non sei il mio tipo!!!!!!
Giacomo: ma quali avances…. magari avanzasse ….qua, con l’euro non avanza più niente…e se per puro caso riuscissi a mettere qualche cosa da parte ….non l’andrei a dire in giro……. perché tu lo sai come funziona…lo viene a sapere il governo e quello ti gira sotto sopra …ti sbatte come un tappeto…fino a quando non ti fa cadere dalle tasche fino all’ ultima avance.
Pippotto:Non me ne parlare…sto ai piedi di Pilato!!!
Giacomo:E chi è?
Pippotto: Pilato…Pilato…non te lo ricordi?
Giacomo:Scusami ma non lo conosco…forse l’avrò anche visto, ma in questo momento mi sfugge….
Pippotto:Ma è un modo di dire….Giacomì ..nientemeno mi fai passare pure il genio di sfogarmi un poco!
Giacomo:Ah…e tu basta che le dici le cose…dici : Giacomì vieni qua che mi voglio sfogare…io mi preparo….!Ehhh lo so!!! ….ogni tanto hai bisogno di un amico sincero …di una spalla su cui piangere!!Altro che psicologi….psicofarmaci….qui ci vuole uno psicoamico….
Pippotto:Psico….amico…mai sentito!
Giacomo: …un amico che ti conosce psicologicamente…al quale puoi dire tutto…con il quale ti puoi confidare, al quale puoi raccontare tutte le tue tensioni …i tuoi problemi…. sicuro di essere ascoltato …questo è uno psicoamico!
Pippotto:Eh, hai ragione!! è proprio quello che ci vuole per me…ma dove le trovi oggi persone disposte ad ascoltare….amici veri…con cui confidarsi…oggi è tutto un fuggi fuggi…non sai nemmeno chi ti abita accanto…mi manca una spalla su cui piangere!
Giacomo:Pippotto e …che problema c’è , ci sto qua io… dimmi tutto quello che ti affligge e se ti posso essere utile… per me è un piacere darti un aiuto…. Ci conosciamo da tanto tempo… però…. Ti posso chiedere una cortesia?
Pippotto:Dimmi ,….dimmi…
Giacomo:Basta che non ti appoggi sulla spalla…tengo un dolore…avrò fatto uno strappo….ho un male!!!..(Giacomo fa una smorfia di dolore e si massaggia una spalla)
Pippotto gli dà una pacca su quella spalla
Pippotto:Grazie…vale l’intenzione!
Pippotto si avvicina e guarda in viso Giacomo
Pippotto: Ehi, Giacomo, ma ora che ti vedo meglio alla luce….ma …. che faccia tieni, stasera ?
Giacomo:Te lo giuro che è la mia …me la porto sempre appresso…ci sono affezionato…sai dopo tanti anni…anche a un cane ci si affeziona!
Pippotto:che è la tua…. me ne sono accorto…purtroppo!!!! …
Giacomo:Quel purtroppo…mi dà fastidio !
Pippotto: …..è un purtroppo …da amico sincero….…purtroppo!!!!
Giacomo:Eh…si dice sempre così con la scusa dell’amico sincero si sbattono in faccia i complimenti più terribili!..... ma come ti sei ingrassato…iiiih!!!!oppure: gli anni passano per tutti!!!bello questo vestito… ce l’avevo anch’io….l’ho buttato l’anno scorso!!!!
Pippotto:Giacomì del male non si può dire bene!!!!Ma non scendiamo nei particolari….. . Ma che ti è successo come sei pallido… non ti senti bene?
Giacomo:Pallido? Pallido nel senso di bianco…cadaverico…ohhh mamma!!!cadaverico….che brutta parola!…(si passa la mano sulla fronte) pensandoci bene…. mi pare pure a me che non mi sento bene….
Pippotto:Vanessa vieni qua … come lo vedi a Giacomino stasera?
Vanessa, una cameriera abbastanza prosperosa e molto molto socievole, si avvicina
Vanessa:Effettivamente stai conciato un poco male!!! …
Giacomo: ….ma perché….. che è….. successo?(con la voce tremante)
Vanessa:hai una faccia da brivido…più di quella normale!!!!
Giacomo: No, non me lo dite ?
Pippotto:troppo tardi!!!
Giacomo: Pippotto…non fare così…. lo sai che io sono un tipo suggestionabile
Pippotto:Te lo giuro non è come lo scherzo di ieri sera…ora stai più male….
Giacomo:Mi hai convinto… …. ora che ci penso un attimino…. …hai ragione… … non sto bene…sì…sì….non mi sento bene… … che cosa strana…. Se non me lo dicevi tu…..non me ne accorgevo nemmeno.….ma ora che succede …. ….mi tremano pure le gambe….!!
Pippotto:Una sedia ?
Giacomo:Ehhhh…sììììì(con una faccia da ebete e un filo di voce)
Pippotto:una sedia per Giacominooooo!!!!.
Corre Lusy, il cameriere gay, che si precita ancheggiando
Lusy: Povero Giacomo…. siediti ….siediti,…. Abbandonati , anche stasera, tra le mie braccia.
Pippotto:Lusy….Non perdi occasione, eh? Ma non lo vedi che, stasera, sta passando veramente all’altra sponda?
Giacomo: (con un filo di voce)Ma di quale sponda stai parlando???
Pippotto:Tu pensa a morire, al resto ci pensiamo noi.
Giacomo: a questo mondo….. è meglio che ognuno si guarda i fatti suoi!
Pippotto:a questo mondo!!!
Stanno tutti intorno a Giacomo, seduto su una sedia, e Pippotto gli sistema le gambe sul tavolino
Giacomo:Eh, hai ragione…(si abbandona di nuovo e con un filo di voce…)ancora mi devo abituare all’idea!!!! …
Lusy:Non ti preoccupare tu pensa a trapassare, all’altra sponda giungeremo insieme….!!!!
Giacomo: …è proprio questo , quello che mi preoccupa!
Lusy: …rilassati ora…rilassati…Ma che ti senti, dici tutto a Lusy tua?
Giacomo:Ma io non lo so …io ….io prima stavo bene, anzi mi sentivo anche un poco spiritoso…euforico…..esilarante…..
Lusy: Ahhh, ….non stavi bene!!!!!
Giacomo:….. ora non ci capisco niente più…
Vanessa gli tiene la mano
Vanessa:Ah…un peggioramento improvviso? e questo è un fatto di circolazione ….io di circolazione me ne intendo!
Lusy: Lo so…lo sanno tutti….!!! …..sul tuo pianerottolo dobbiamo mettere un vigile urbano… ….no poverino….un semaforo …..è meglio…!
Vanessa: Invidioso!!!!
Pippotto: Ma vi sembra il momento di parlare di queste cose….. davanti a un morto?
Giacomo:Aspettate…..!!!può darsi che mi riprendo…. ….
Vanessa: Noooo!!! Non puoi farci questo….noi siamo tutti qua per vedere come va a finire… e tu vuoi tornare indietro?? …ora devi morire e basta!!!!…sai come ci rimane male Pippotto…E’ vero Pippotto che ci rimani male??
Pippotto: Giacomì questa è pubblicità gratuita…. Mi dispiace…ma si salvi chi può…con l’euro non avanza niente…l’hai detto tu …non è vero? Sai la gente…. i pianti …acqua …birra…. coca cola….eh….si fa quel che si può!!!!
Giacomo:Ah….ho capito!!! E datemi un altro po’ di tempo in quattro e quattr’otto…mi devo concentrare…poi ….devo fare il testamento…(sempre con un filo di voce e con affanno)
Lusy:E che devi testamentare … tu non tieni nemmeno gli occhi per piangere!!!
Vanessa: Uhhh, mammà…. ….qui le cose stanno precipitando…Giacomino(gli dà qualche schiaffetto sulle guance)Giacomino…..…scusami ma per il tuo bene…e anche per il mio….qui ci vuole una respirazione bocca a bocca….
Lusy: Respirazione?Ho sentito bene? Serve una respirazione bocca a bocca ?….l’ esperta in queste cose sono io…. …diamo a Cesare quello che è di Cesare
Lusy dà una spallata a Vanessa e si precipita su Giacomo , cercando di avvicinarsi alla sua bocca
Giacomo si alza di scatto…
Giacomo: A chiiii? E mica sono Cesare io?Poi viene Cesare e vuole la respirazione da me!!!
Lusy cambia subito tono
Lusy: Cesare? …..E’ bello?
Pippotto con aria di rimprovero
Pippotto:Lusy riordina i tavoli per piacere!
Lusy:Oh, scusate …. mi sono lasciata un po’ andare….
Lusy entra ed esce per prendere dei vasetti di fiori che mette sui tavoli.Pippotto sta dietro al banco e lava ..mette in ordine. Giacomo si avvicina al bar, prima cammina piano piano e poi con passo normale
Pippotto:Bravo Giacomino… la tua birretta giornaliera?????… recupero almeno quella!!!
Giacomo:Eh, ci voleva proprio…l’ho scampata bella stasera, eh?
Mentre Giacomo beve entra Pasquale, l’amico del cuore di Giacomo,un ragazzo con pochi capelli, accomunato dalla stessa fissazione per le malattie
Pasquale(grida molto forte): Giacomo!!!:
Giacomo, che si stava rilassando dopo la paura, fa un salto per la sorpresa e sputa tutta la birra addosso a Pasquale
Pasquale: Che schifo!!!! Mi hai sputato addosso!!!!
Giacomo:Ma sono questi i modi per salutare un ex morto?
Pasquale:Datemi dei fazzoletti presto!!! fatemi liberare da questa schifezza!
Pasquale si asciuga e poi si passa uno spray
Giacomo:Che cos’è
Pasquale:l’ammazzabatteri…non lo conosci?
Giacomo:Fammi vedere…questo è una meraviglia!!!
Pasquale:.Questo cancella tutta la comitiva di batteri che mi hai lanciato addosso!!!Ora i tuoi amichetti stanno così(!caccia la lingua da fuori e storce gli occhi):… con un getto di questo spray diventi più sterile di una camera operatoria!!!!
Giacomo: me lo compri ? Domani ti porto i soldi!
Pasquale:Perché non facciamo il contrario?.... è meglio!
Giacomo:Mamma mia e come sei venale…troppo attaccato ai soldi…troppo!…quant’è?
Pasquale:20 euro…ben spesi……
Giacomo mette le mani in tutte le tasche e alla fine , si toglie le scarpe perchè si ricorda che li aveva nei calzini .
Giacomo:Pippotto….mi dispiace…per la birra …domani..
Pippotto:Lo sapevo che alla fine ci vado sempre di mezzo io!!!Segno…ehhh…io segno…ormai c’è una pagina tutta tua, sulla mia agenda!!
Giacomo:Ma che onore!
Pippotto: Oltre al danno anche la beffa!
Pasquale:dicevi prima…il fatto del morto…che è successo?
Giacomo:Stasera l’ho scampata bella…mi volevano fare la respirazione bocca a bocca!....stavo facendo perfino il testamento…
Pasquale:di cosa???
Giacomo:testamento spirituale…va bene!!!!(alza la voce scocciato)E basta con la storia del nullatenente…io mi sento più ricco di Berlusconi!!!
Pasquale:Ma è fantastico…spiega come fai…sarà un elisir di lunga vita…io mi sento sempre un morto di fame!
Giacomo:Io sono ricco di valori!
Pasquale:Bollati…?
Giacomo: Nientemeno che qua appena si parla di valori… si pensa solo ai francobolli…io parlo dei valori veri… … …..della morale…. dei principi…sono questi la vera ricchezza…quelli … che ti riempiono la vita… … ti danno il gusto di credere nelle cose che fai!
Pasquale:e non lo dire troppo forte …se no ti sente Prodi ( se cambia il governo cambia il nome)e mette subito una legge sui valori… “Valori mobili o immobili”… e si piglia pure questo…(si siedono)….. ma che mi dicevi prima?........che ti è successo?
Giacomo:Mi sono sentito male …..stavo per morire…
Pasquale:Ma che dici…veramente!!!!(sorride e si aggiusta meglio sulla sedia )fammi sentire…racconta …racconta….tutto dall’inizio?...ahhhhh!!!!(ride forte) lo sai che queste cose mi piacciono troppo…veramente stavi morendo?Ahhhh!!!
Giacomo:Embè…. Questo mi pare che mi sfotte….E’ meglio che me ne vado…
Cerca di alzarsi ma Pasquale lo ferma per il braccio
Pasquale:E stavo scherzando…no? e dai siediti…l’importante è la salute!
Giacomo:Questo mi sfotte!...Buonasera a tutti!(Giacomo si alza di nuovo velocemente ed esce)
Pasquale:ma che ho detto di male! Bah!
Vanessa si avvicina a Pasquale e lo saluta con due baci sulle guance
Vanessa: Ciao Pasqualino…è da un po’ che non ci si vede…sempre di corsa…eh?
Pasquale:Bella pacioccona…sempre in forma tu?…
Vanessa:Ehhh!..si fa quel che si può…bisogna anche aiutare un po’ Pippotto….dare un po’ di luce al locale … …
Pasquale:Ah….lo so….. a te non manca modo!
Vanessa:Ora mi fai arrossire!!(Vanessa fa finta di intimidirsi)
Pasquale:E quando arrossisci tu…..manco con la febbre a quaranta!
Vanessa:Sei sempre il solito giocherellone!ehhhhh!Ma siediti un po’…vai sempre così di corsa…stai sempre insieme a quel fissato di Giacomo!
Pasquale:Ehhh, fissato!....!Pulito! asettico!!!
Vanessa:… e a me non mi guardi nemmeno!
Pasquale:Ma no! Ma che dici lo sai che ti ammiro molto…
Vanessa:Davvero?E per che cosa mi ammiri?
Pasquale: ma per le tue scollature, no!!!
Vanessa:Solo???Per cos’altro mi ammiri?
Pasquale:Cos’altro?perchè…cos’altro metti in mostra?
Vanessa:Ma le mie qualità!
Pasquale:Ah…le qualità…eh …scusami…sì certo..tante qualità… Pippotto va dietro le quinte portando delle bottiglie, Lusy sta sempre nel locale e spolvera, Vanessa rimane vicino a Pasquale e lo accarezza sul collo.
Pasquale :Vanessa e ora…. perché fai così…. .. ….mi fai venire il freddo addosso!
Lusy:Vanessa….. hai capito che gli fai venire il freddo addosso…va a finire che a questo veramente ce lo perdiamo!!!!
Vanessa continua ad accarezzarlo e Pasquale comincia a ridere..
Pasquale :Vanessa mi fai il solletico….ma che mano leggera che hai…
Pasquale ride ancora più forte
Pasquale :Dai smettila il solletico non lo sopporto….
Lusy: (si rivolge al pubblico, con tono effeminato)San Francesco manda il pane a chi non tiene i denti…
Pasquale si alza e scappa dall’altra parte del palco ,Vanessa, con aria scocciata, esce di scena
Entrano Gaetano e Agostino due ragazzi frequentatori abituali
Gaetano:Bella gente come va?
Gaetano guarda Pasquale
Gaetano:Scusami , Pasquale, non ti avevo visto!
Gaetano si gira e accarezza tre volte un corno molto grande rosso che estrae dalla tasca , Agostino si avvicina a Pasquale
Agostino:Pasquale allora …… come va? Ti è venuto ancora quel benedetto ciamurro?
Lusy parla uscendo di scena sempre ancheggiando
Lusy: Lasciatelo stare che già prima teneva il freddo addosso!
Gaetano:Primi sintomi del ciamurro!!!!
Pasquale :Eh, sì prendetemi in giro, prendetemi!!!…..Sulla mia tomba scriverete”Te l’avevo detto che non mi sentivo bene”
Gaetano:Bella …bella frase…già ti vedo tra due lumini ….Pasquale ….farai un figurone…credi a me … sarai più bello da morto che da vivo!!!
Agostino fa un grosso respiro, si frega le mani e gira avanti e indietro per il palco
Agostino:Pasquale , vieni a sederti un poco qua ….con noi
Agostino e Gaetano si avvicinano ad un tavolo e si siedono
Gaetano:Vanessa portaci qualcosa di buono…(rientra Vanessa)qualunque cosa basta che non superi …i 2 euro…Agostì…un euro a testa va bene?Pasquale vuoi partecipare pure tu alla spesa?
Pasquale: tutta la mia ricchezza…è per il mio amico Giacomino
Agostino:L’hai nominato tuo erede universale?
Pasquale:No! Spiritoso…Gli devo comprare una rarità…l’ammazzabatteri!
Vanessa:Pagamento anticipato!
I due danno un euro a testa e Vanessa esce
Gaetano:No! Pasquale…io devo capire! Pasquale io ti voglio bene!
Pasquale :E’ una proposta?..... Ci devo pensare!
Gaetano:Nemmeno se fossi l’ultima cosa che respira sulla faccia della terra !
Pasquale :Sei cattivo!(fa un gesto con la mano un po’ da effeminato, per prenderlo in giro)
Vanessa rientra con una bustina di patatine che distribuisce su due tovaglioli di carta ai due amici, guarda Pasquale per dire “a te niente”ed esce di nuovo facendosi notare, si aggiusta il vestito, si sistema la scollatura
Agostino:Pasquale ,siamo seri…, noi vogliamo farti un discorso onesto
Pasquale :(si raddrizza sulla sedia e si mette in posizione molto attenta) Mi volete restituire le mie belle 50 euro?
Gaetano:Ehhhhh, come sei attaccato alle cose mondane …ricordati che devi morire!
Pasquale :E tu ricordati che mi devi prima restituire 50 euro se no, non muoio!!!Tieh!!(fa un gestaccio)
Agostino: Eccoli…(mette le mani in tasca e non li trova)
Pasquale :Li hai lasciati sul comodino!!!!
Agostino:E come fai a saperlo?
Pasquale: Riflesso condizionato…mani in tasca….soldi sul comodino! Mi avete fatto fare la fine del cane di Pavlov,
Agostino:E dai non esagerare quello è uno spennato…tu qualche peluzzo qua e là ce l’hai ancora!
Pasquale :ma che hai capito?
Agostino:il cane di Paolo…quello sciancato!
Pasquale:sono sempre i migliori che se ne vanno!!!!Gli ignorantoni restano! (alzando la voce e parlando lentamente)P a v l o v…riflessi condizionati!!!
Agostino:Ah,, e che ne sapevo io che tu andavi così lontano!!!Aspetta ora cerco la pagina…. cerco in mente …..!!!Ah…ecco ora la vedo….Pavlov… mamma mia Pasquale … e che capoccione che c’hai ,…fai paura…tu fai resuscitare i morti!!!. Ricordo…il cane….. l’acquolina….….. ….quella roba lì…
Pasquale :….odore delle mie belle 50 euro!!!
Gaetano:.Pasquale …te lo giuro deve sbattere a terra Agostino se domani non ti portiamo tutto.
Agostino:E’ meglio che sbatto io ….questo quando ci si mette ….coglie !!!
Agostino fa finta di sentirsi male e di cadere piano piano, sdraiandosi per terra
Gaetano: Agostino…ho detto domani….alzati e diamo una mano al nostro Giacomino…
Agostino si rialza e si siede accanto a Pasquale
Agostino:Noi ti siamo amici e ti vogliamo aiutare…
Pasquale :Conoscete qualche medico di fiducia?
Gaetano:Ma quale medico!!!Tu devi uscire , devi conoscere gente!
Pasquale :E chi è una nuova cliente del locale?
Agostino: gente….gente…. in generale!
Pasquale :Ah, sta nelle Forze armate? Ho sempre avuto un debole per la donna in divisa!!!
Gaetano: Non ce l’ha la divisa!
Pasquale : nuda!!!!no!!! sarà una zoccolona… le zoccolone mi fanno paura!!Io sono un ragazzo timido ,onesto, sincero.
Gaetano:Eh, e a noi che ce ne frega, mica ti dobbiamo sposare ?
Agostino:Pasquale … ….Dimmi un po’ … ….Ma quando parli con le ragazze, quando stai vicino vicino …ad una bella pollastrella…. prosperosa…capisci a me(si abbassa l’occhio con il dito,per indicare una situazione ammiccante). cosa pensi?
Pasquale : Speriamo che non mi sputa addosso quando parla, se no mi attacca il raffreddore!!
Gaetano:Pasquale …devi morire!!!!
Agostino:Pasquale ….sono d’accordo con Gaetano…
Agostino e Gaetano si alzano ed escono
Pasquale rimane solo sulla scena e si rivolge al pubblico
Pasquale : ma mica l’ho detto io… lo dicono tutti gli scienziati…l’ha detto pure Quark. Quark… lo vedete?... quello con il padre e il figlio….quello che , con quella bella barba, si chiama Angela…non si capisce più niente…ma dove stanno più quei bei cognomi di una volta….Bongiorno…per esempio… Bongiorno è un cognome neutrale…. ti chiami Bongiorno…puoi essere un maschio e puoi essere una femmina… e puoi essere anche qualcos’altro….oggi invece anche con i cognomi ci fanno confondere le idee!!!Angela …e quello... …. è un maschio!!!(fa un grosso respiro, si aggiusta i pochi capelli) Ma torniamo a noi…torniamo ai miei bei batteri….quelli sì che non ti possono confondere mai, hanno tagliato la testa al toro…il sesso se lo sono giocato e così è finito il bailam……… .Allora,…. dice… Angela… quello con la barba…..che nella saliva ci sono batteri grandi, piccoli , mezzani… ….con le ciglia…le sopracciglia….che schifo!…Mamma mia gli sputi per me sono il sinonimo di Michela , con quella macchinetta…
Entra Michela una ragazza con la macchinetta in bocca che sputa che è una bellezza
Michela: Ehi, Pasquale , come va da quanto tempo non ci si vede!
Giacomo fa finta di non vederla e cerca di uscire dal locale
Michela:Pasquale…dico a te , ciao!
Pasquale :Uh, scusami non ti avevo proprio visto….che piacere vederti!
Pasquale fa due passi indietro e cerca di coprirsi il viso con le mani
Michela comincia a parlare e Pasquale si ripara il viso con il braccio per non farsi colpire dagli sputi
Michela:Su sediamoci …ho tante cose da raccontarti!
Pasquale: No!!!!( con aria spaventata) No!(con tono un po’ più tranquillo)sono sicuro che non hai niente da dirmi…hai solo l’impressione di voler parlare, ma in realtà non mi devi dire niente…pensaci bene…non parlare …silenzio …concentrati….pensa…pensa…chiudi gli occhi …ripeti dieci volte in mente…ho dimenticato tutto…ho dimenticato tutto!
Michela:ma perché??
Pasquale: SSSSSSSS…..E’ una nuova scoperta americana per far raddrizzare i denti,…non si usano più le macchinette che sputano che è un piacere…ora i denti si raddrizzano con il silenzio…chiudi gli occhi…. pensa ….ho dimenticato tutto… tra cinque minuti avrai un sorriso…favoloso!!!
Michela rimane con gli occhi chiusi e Pasquale con passo felpato esce dal locale, ripetendo la frase”ho dimenticato tutto”.

Fine primo tempo
Si chiude il sipario

Secondo atto

Si apre il sipario e Michela è sulla scena ancora con gli occhi chiusi.Entrano Maria e Andrea, entra anche Genni,gay, amico di Lusy, anche lui osserva Michela
Maria:Michela, …..perché non parli?
Andrea:hai copiato
Maria:Cosa?
Andrea:Ma la frase…”perché non parli”copiona!!!
Maria:No… la sapevo… e poi da chi avrei copiato?
Andrea: Il bel Mosè ….. Michelangelo!!!!Ah…Mosè come eri bello !!!
Genni: Mosè…. Michelangelo…già i nomi mi piacciono…devono essere due tipi muscolosi!Ma dov’è Lusy…Lusy…Lusy…qui c’è trippa per gatti!!!!
Genni gira per il locale guardando qua e là per cercare Lusy
Maria: Andrea ….dove sta questo Mosè…avvisalo! …questi…queste…… sono capaci di tutto!!!
Michela sta sempre muta
Maria:Michela non ti senti bene?Dicci qualcosa?
Michela guarda l’orologio e poi alza il cinque
Andrea:Cinque …vuoi cinque aperitivi?
Michela fa segno di no
Maria: Ahhhh,….mi vuoi dare i cinque euro di ieri?
Michela fa segno che non ci pensa nemmeno e alza di nuovo il cinque, Genni si avvicina
Genni:arrivano cinque bei giovanotti?
Michela fa il gesto di dire “ magari”, guarda l’orologio e fa segno di aspettare
Si avvicina Genni ancora di più
Genni:Michelina bella… … ci vuoi rimanere tutti all’asciutto, stasera ?
Michela guarda di nuovo l’orologio
Michela:Stop!!
Michela innaffia tutti
Andrea:Masochisti si nasce!!!
Michela:SSSSS
Sputa dappertutto tutti cercano qualche tovagliolo sui tavoli per asciugarsi
Michela:Aspettate !!!
Michela si toglie la macchinetta e la mette nelle mani di Genni
Genni:No…non dovevi metterti così in cerimonie…(con tono disgustato)non lo meritavo…bastava una sciocchezzuola….!!!!(allontana da sé la mani e si volta dall’altra parte)
Michela:Guardate il mio sorriso?Com’è?
Maria:La verità? ….
Andrea:Beh….ognuno ha le sue qualità…tu ce l’hai …molto nascoste….ma sono sicura che ci sono …da qualche parte…. ci sono…
Michela insiste
Michela:Insisto…ditemi adesso com’è il mio sorriso….
Genni:Proprio perché sei tu…ci conosciamo da tanto tempo….ti voglio bene…come una sorella….la macchinetta ti dona!!!!
Entra nel locale Roberto - un rappresentante che pur di vendere i suoi prodotti si inventa le cavolate più assurde.
Genni consegna la macchinetta a Michela e le dà una pacca sulla spalla
Genni:Consiglio da amica! Poi fa come credi….ognuno è libero di rovinarsi come vuole… …quel metallo ti illumina il viso…bella!
Genni le torce il mento in segno di affetto e poi va dietro le quinte sorridendo al pubblico per la sua ipocrisia
Roberto:Ma quale macchinetta…dammelo questo mostro…orgoglio dei dentisti…e incubo dei genitori…(Prende la macchinetta e la butta sotto un tavolo)
Michela::No!!!!Ma che fai
Maria:Michela, hai perso il tuo charme!
Michela:Infatti ..!!!!Proprio ora che avevo saputo che mi donava!!!!
Roberto:Niente paura!!!!c’è quello che fa per te…ma chi mi ha mandato oggi da queste parti…ma certamente il mio sesto senso…il mio fiuto per gli affari….Ragazzina…io sono il tuo salvatore…. il tuo angelo custode …il tuo santo in paradiso….
Maria:E ora esce pure la messa…ora pro nobis…
Roberto:Non mi interrompere che perdo il filo e poi devo cominciare tutto da capo…
Andrea:Maria! muta come un pesce!
Roberto:Dove stavamo …???
Michela:ai santi in paradiso!
Roberto:Ecco…ma di più sono la tua apparizione …la tua salvezza….il tuo miracolo materializzato
Maria :Vieni al dunque…
Roberto:Ti ho detto di non interrompere…Ma qua i miracoli mica si fanno tutti i giorni…ci vuole concentrazione….mo va a finire che per colpa di Maria la mia energia magnetica va a fetecchia
Michela: No a Fetecchia!!! …ora l’hai promessa a me…a Fetecchia la porti domani…
Roberto:Ma certo bambina cara….mi piace questa ragazza…mi sei simpatica molto simpatica…tu credi in me?
Michela:Sì!!!
Roberto:Allora stiamo a posto ..io ho per te quello che cercavi…quello che i tuoi genitori hanno sempre desiderato…quello che il tuo dentista ha sempre temuto…ecco a te…la mia acqua miracolosa…(prende dal suo borsone degli affari una bottiglietta di plastica piena d’acqua).Ho guarito gente del nord e gente del sud…comunitari ed extra…bianchi e neri…questa è l’acqua che fa di tutta l’erba un fascio!!!
Michela:E dimmi cosa devo fare?Mi ritorneranno i denti diritti?
Roberto :non cominciamo a dire sciocchezze …non ti ritornerà niente…perché , senza offesa, i denti diritti tu non li hai mai tenuti…E’ vero bambina cara?
Michela:E’ vero!!!
Roberto:Vedi io so tutto…io leggo nel pensiero, in questo momento so tutto di te…ho davanti agli occhi tutta la tua vita…ti sono caduti i denti a cinque anni …massimo sei…e’ vero?
Michela:Sì!!!
Roberto:Poi ti sono cominciati a spuntare i denti nuovi?Vero?
Michela:Sì!!
Roberto:E man mano che crescevano…i tuoi genitori si accorciavano…vero?
Michela :In che senso?
Entra Carmela, moglie di Pippotto, e da dietro al bancone osserva la scena
Roberto:Ma erano estasiati a guardare i gioielli che crescevano nella tua bocca, cara!
Maria ( si rivolge al pubblico)e incerti nel decidere quali gioielli vendere?
Roberto: …ma ora tutti questi incubi sono finiti…ora ci sto io…con la mia acqua..con la mia energia…con la mia arte….
Carmela: leggera!!!!!
Roberto:Carmela…fammi lavorare…non interrompere il mio fluido altrimenti vengo a casa tua a …prendermi la zuppa…il … fluido…
Carmela:Per la verità di zuppa , a noi , ne hai presa già tanta…. con il tuo fluido..(con tono un po’ arrabbiato)
Roberto:E quindi bisogna beneficiare qualcun altro con i miei prodigi…non è vero, cara?…se no che facciamo tutto a Gesù e niente a Maria???
Michela:Michela…il mio nome è Michela…
Roberto:Sì. Sì lo so quella è un’altra storia…Torniamo a noi ..scendiamo un poco con i piedi per terra…sai la carne è carne…ci sono le spese …l’acqua …la luce…il gas….
Michela:Tutto questo che c’entra con la mia bocca
Roberto:No…questo è un problema di grandi…volevo dirti…che….purtroppo…il mio fluido…costa!!!Ecco l’ho detto…mi dispiaceva dirtelo…ma embè…purtroppo ..io il denaro lo schifo…ma …è la vita….nella vita ti arriva la bolletta del l’acqua….della luce…del gas….se non fosse per l’acqua…..per la luce..
Carmela : Per i debiti con Carmela del bar!!!
Roberto:Fai perdere la magia di tutto…i sentimenti ….i sentimenti sono quelli che contano…
Carmela:Per me contano pure i conti e soprattutto quelli sospesi!!!!!
Roberto:Quanto mi sei antipatica quando vuoi mettere a tutti i costi i puntini sulle “i”…Come mi stanno odiosi gli esseri perfettini! Michela… torniamo a noi…bella di papà tuo!
Andrea :Tua figlia!
Roberto:Spirituale…molto spirituale! Michela…non mi considerare venale….scusa la mia domanda indiscreta…quanti soldi tieni in tasca?
Michela:Soldi???Non ho niente…sono scesa senza borsetta…solo per fare due chiacchiere!
Roberto:Si è ritirato il fluido…non lo sento più…qualcuno l’ha visto da qualche parte…sento venire meno le mie forze…si è ritirato tutto…sento che sta tornando indietro….mamma mia che marcia indietro…
Michela:Mi dispiace…è colpa mia….ma si può rimediare?…
Roberto:Rimediare???Come rimediare…Senza soldi non si cantano messe…figurati se si raddrizzano i denti!
Michela:Non mi può fare un prestito Carmela?
Carmela:Io?? Io e che c’entro io con i tuoi denti…
Roberto: La zuppa!...I debiti!!
Carmela:Ah i debiti!... ….Ma guarda un po’ con i debiti che hai… io ti devo prestare pure i soldi?
Roberto:E’ un investimento..io guadagno ed estinguo!
Carmela(con tono scocciato) : quanto costa stasera questo fluido?
Roberto:Carmela proprio perché sei tu…proprio per la stima che c’è tra di noi…
Carmela:Mi stai preparando un’altra fregatura!
Roberto:No!!!Ora mi offendi…io tratto sempre gli amici…gli affari sono affari …ma gli amici….
Carmela:Sono il mezzo per fare gli affari!Quanto le devo prestare?
Michela: Mi sento mortificata!!
Roberto:No!!!Non c’è motivo…vero Carmela?…
Carmela:No!!! …dammi il colpo…su…
Roberto:la mia acqua funziona a denti!!
Carmela:Ma che stai dicendo?Quella non ce n’ha uno dritto!!!
Michela:Ma sono solo i denti davanti …i molari stanno al posto giusto….
Carmela:E perché non ce la facevano ad uscire dalla bocca…altrimenti…stai tranquilla che anche quelli avresti avuto sporgenti!
Roberto si avvicina a Michela e comincia a contare i denti storti.
Roberto:Uno, due , tre, quattro, cinque, sei, sette, otto, nove, dieci…
Carmela esce di corsa dal bancone e si avvicina a Michela
Carmela:Ehi,calma…fatti più in là …fammi contare a me!!
Carmela:Sono, uno, due, tre, quattro, cinque, sei, sette, otto,…sono otto
Roberto:Dieci…sono dieci
Carmela:otto!
Roberto:Spartiamo la differenza e chi si è visto s’è visto, nove e non ne parliamo più…e ti ho trattato…va bene?
Carmela:Quant’è?
Roberto:E la matematica non è un’opinione…50 euro a dente…fatti un po’ tu i conti..
Carmela:Ma che vuoi?a sera a sera … tu vorresti 450 euro da me ..
Roberto:Lo dico che sei un genio…in quattro e quattr’otto …un calcolo difficile…incredibile…sei sempre la solita intelligentona del quartiere…
Michela:Carmela…daglieli…aprirò il mio piccolo salvadanaio
Carmela:Meglio il grande…Giura che me li darai entro domani?
Michela:Giuro
Carmela:Giura con la mano sul cuore!
Michela mette la mano sul cuore
Michela: Giuro!
Carmela:Giura con i piedi per terra senza incrociare le gambe…ehh, non vorrei che mi fregassi con le gambe incrociate…così il giuramento non vale
Michela si alza. Entra Monica, la figlia di Carmela
Monica:Ciao mamma!
Michela:Giuro, senza incrociare le gambe!
Carmela: Ciao, ciao!!(guarda un attimo la figlia che la bacia, poi si rivolge di nuovo a Michela) Eh no, giura senza fare le corna con le mani
Monica guarda incuriosita la situazione
Michela:Giuro senza incrociare le gambe e senza fare le corna!
Michela alza le mani
Carmela:E va bene…
Carmela mette con una smorfia di dolore le mani nel cassetto.
Carmela:Ohi, che male un crampo nella mano…
Roberto:E’vecchia …è la scusa dell’altra volta….
Monica:mamma, cerchi i soldi?....ma tu i soldi non ce li hai…
Carmela:Ahhhh, visto…non ce li ho…ahhhh…Ma perchè non ce li ho?
Monica:Ma non ti ricordi che prima è passato papà, …doveva pagare la bolletta della luce…. dell’acqua …del gas…
Carmela: santo uomo , il mio marito adorato!
Roberto:Santo uomo , un corno!!!!
Roberto esce dal locale tutto agitato
Carmela:Un corno…ma è un’insinuazione?
Monica:Papà!!!!!!Quello è tutto casa , chiesa !
Carmela:E’ tra la casa e la chiesa che mi preoccupa!!!
Maria: se vogliamo essere precisi…Roberto ha parlato di un corno…le corna …… due …sono quello che dici tu…..non fare films luce !!!
Carmela:E così si comincia e poi ti ritrovi con gente per casa che dorme sul divano…. che mette il tuo accappatoio…. che dorme nel tuo letto …con tuo marito!.
Maria …Quella è tutta questione di abitudine…basta farti l’idea e poi non ci fai più caso
Andrea :oggi va di moda la famiglia allargata!!Figli di primo letto…. di secondo …
Maria:moglie di prima…. moglie di dopo….tutti insieme…!
Carmela: E poi si lamentano che con l’euro non ce la fanno….e per forza ! Dalla a mangiare a tutta questa gente…!!!!!…
Andrea: un marito…una moglie …e come va ….va!! Questo dici?
Maria:tanto le donne fregano sempre …..
Carmela: ti fai fregare da una sola …e hai sempre la speranza di prenderla in contropiede … se cambi …non hai il tempo di studiare quella vecchia che già ti ritrovi fregato dalla nuova…troppo stress…
Michela:E ora come torno a casa?
Andrea:A piedi, ti accompagnamo noi!
Michela:E la macchinetta?
Andrea:Ehhh, ma hai troppi vizi!A piedi..a piedi…camminare fa bene!
Michela:Ma io dico la mia macchinetta…!
Maria:e ci entriamo tutti?
Andrea:forse ho capito!
Andrea la trova sotto un tavolo prende la macchinetta ci sputa sopra per pulirla e la consegna a Michela
Andrea:Andiamo…prima o poi tutto si aggiusta !Pazienza…ci vuole pazienza !
(la accarezza sulla testa come un cagnolino)
Escono tutti e tre dal locale , sulla scena rimane Carmela che sta dietro al banco a lavare dei bicchieri e Monica che spazza
Entra Marco figlio di Carmela
Carmela:Marco…ti stavo aspettando…rimani tu con Monica perché ho delle commissioni da fare .
Marco:Ok!Per l’happy hour è tutto pronto?
Carmela:Sì, sì, e mi raccomando…poco alcool…
Monica:Molte patatine …olive e salatini…d’accordo(alza un po’ il tono)…abbiamo capito…mamma!
Carmela toglie il grembiule ed esce
Monica:ma che ce ne frega a noi se quelli vogliono bere o no!Ma che siamo i loro angeli custodi?
Marco:Ma tu hai visto certi come si riducono?…diventano delle larve umane…che vergogna bere fino al punto da perdere la lucidità!
Monica:Ho capito…ma ognuno è libero di rovinarsi come crede
Marco:E non credo che quelli sono liberi…quando arrivi a quel punto diventi schiavo…altro che …ci vuole un aiuto!!
Monica:Mi sento tanto Madre Teresa di Calcutta!!!(Si mette con le mani giunte)
Marco:E scherza tu…scherza… …mi fa una pena quel Salvatore, ma tu l’hai visto come si è ridotto?
Monica:ma sbaglio o si fa?
Marco:Si fa????quello è sballato proprio… …ridursi così a vent’anni!!!!
Monica: Quel cretino diceva che era tutto sotto controllo, lo spinello del week-end e basta!
Marco:Quando si comincia si dice sempre così…il guaio è cominciare !
Entra Raffaele tutto agitato
Raffaele:ragazzi ci sono!!Ci sonooooo!!!
Monica:Che ci sei ….l’avevo sempre pensato…ora ne ho la prova!
Marco:calmati …calmati…ma che ti è successo?
Raffaele:sono felice! Sono felicissimo…ma che dico sono preoccupato!!!!
Monica:Raffaele, ma …ti vedo sconvolto!
Raffaele:Ecco…sconvolto…è la parola giusta…sono sconvolto…sono sconvolto!!!
Raffaele parla cantando e saltellando per tutto il locale
Raffaele:Ho conosciuto una ragazza bellissima!alta…bionda,allegra…intelligente…
Marco:Dove?
Raffaele:Ma sulla chat!E dove se no!E’ da un mese che chattiamo…chattiamo al mattino, appena mi sveglio il mio primo pensiero è lei , chattiamo prima di pranzo , appena torno a casa , chattiamo la sera…sono arrivato al punto che mi bacio il computer .Vivo con l’incubo del black out, se manca la corrente muoio!
Monica: strano….prima si moriva con la corrente…ora senza…tutto cambia!!!
Marco:Ma state già insieme!
Raffaele:Sulla chat sì!!!
Monica:E c’entrate tutti e due?
Raffele:Spiritosa!Stiamo insieme in modo virtuale!
Marco:E com’è virtuale?
Raffaele:Il nostro è un amore pulito…sono i sentimenti che ci uniscono…le nostre anime si fondono in un abbraccio che sa di universo…
Marco:Ma!!!Sarò pure un ruspante …ma io preferisco le cose terra terra !!!
Raffaele:Zoticone!Ecco cosa sei!
Monica:Ma come fai ad innamorarti di una persona che non hai mai visto?E’ assurdo!
Marco:Io esco con una ragazza da tre mesi e non so ancora se mi piace!
Raffaele:Ma io l’ho vista!Mi ha mandato la sua foto, è stupenda!
Monica:Ma sei sicuro che è la sua?
Raffaele:E certo, me l’ha mandata lei!
Marco:Ho capito…. hai preso una cozza!
Raffaele:Ma quale cozza , ha delle curve da capogiro! 60 100 110
Monica. E questa è una damigiana!
Raffaele:ma le misure non sono in ordine…ha detto che devo immaginare io a quali curve corrispondono
Marco :E a quali curve corrispondono?
Raffaele. Ma sicuramente 100…è il seno….60 sarà il giro vita…e 110 sicuramente saranno i fianchi…abbondanti…ma le stanno bene…tipo una Valeria Marini…va!!!
Marco:Questi sono i conti che ti sei fatto all’andata…devi vedere al ritorno!
Raffaele:Tu sei invidioso perché esci con quella Alice… di nome e di fatto!
Monica:Embè , ma non avete mai pensato di vedervi da vicino?
Raffaele:Stasera!!!Stasera!!Non si capisce ….che ci vediamo stasera…
Marco:Ah, ecco la tua agitazione! E dove?
Raffaele:Ma qui non si è capito?…le ho dato l’appuntamento all’”happy hour”per l’happy hour.
Monica:Ah, il fatto è in diretta?
Raffaele:Mi raccomando, Marco…porta poca roba…non ho appetito!
Monica: Tu!!!Tu che mangeresti pure le pietre!!!! Non ti preoccupare, ti prepariamo un servizietto coi fiocchi!
Marco:Champagne francese…tartine di caviale…
Raffaele:Ma che!!!! tengo ancora i debiti con mia sorella per lo scherzo che mi avete fatto due mesi fa
Monica Uno scherzo noi ? Quale?
Raffaele:Quale ?Quando offrii l’happy hour alla mia collega !!!!
Monica:e non fare il pidocchioso davanti all’universo! L’anima …i sentimenti…meritano questo ed altro!!!
Raffaele: Ma quelle sono cose impagabili!!! …perciò…non pago!!!
Marco:E che bel cliente!!!!Ma quando devi essere così platonico…fammi il piacere…vai ad arricchire qualcun altro!
Raffaele: Ma io sono ricco dentro!! E poi gli amici a cosa servono…. Sentite…io ho un mio piano…quando entra …io ordino champagne ..tartine…e mi sparo un po’ le pose…voi scrivete l’ordinazione…poi Monica viene dopo un po’ e dice che è finito e che mi porta quello che è rimasto…io farò anche qualche rimostranza a voi proprietari…farò finta di essere infastidito della cosa e voi mi portate un aperitivo analcolico…analcolico mi raccomando…. e due ..due patatine!
Marco: Si dice che chi trova un amico trova un tesoro…io trovo solo amici pezzenti ma dove stanno gli amici con il tesoro?
Raffaele:Marco grazie, grazie!!!Sapevo di poter contare su di voi. Monica grazie!
Li abbraccia a tutti e due...poi Raffaele si fa serio e abbassa la testa
Raffaele:Marco e ora ti posso confidare un’altra confidenza?
Marco:Se è del tipo di quella precedente…evita…evita che è meglio!!!
Raffaele:No…i soldi non c’entrano!
Marco:Ah, allora parla pure! Tutto orecchi!
Raffaele:Io…mi sono permesso…No…. non ho il coraggio!
Monica:Raffaele…parla…che cosa è successo…ti sei fatto serio serio!
Raffaele:Marco…io mi sono permesso di mandare la tua foto!
Marco: A chi?
Raffaele:A Veronica
Marco:E chi è Veronica?
Raffaele:La ragazza della chat!
Marco:E perché?
Raffaele:ma per fare più bella impressione, sai…tu sei più prestante…io non sono male…ma tu sei più fotogenico…vieni meglio nelle foto…io senza offesa sono meglio al naturale
Marco:Eh, sì, come il tonno!
Monica:E ora che succede, quando viene la ragazza, poi con chi parla?
Raffaele:Ma io ho previsto pure questo…Marco tu te ne vai!!!...Io mi presento e lei dal vivo apprezzerà la mia simpatia e mi perdonerà!!
Marco:Ma guarda che bel tipo!!!Hai previsto qualche altra cosa stasera…sputa il rospo e non ne parliamo più!!!
Monica:A proposito di rospo…si sta avvicinando una damigiana!
Raffaele:In che senso…
Marco:Nel senso che le misure che ti ha dato erano in ordine …purtroppo…
Monica:60 seno …. 100 giro vita….110 fianchi…su per giù …ma quale Valeria Marini questa è Platinette!!!!
Raffaele:Ma che cacchio stai dicendo?(Raffaele si nasconde per non farsi vedere)Ma ha una maglia rossa?
Marco:Sì!
Raffaele:E ha un gins?
Monica:sì!!!Un ginsone!
Marco:E le scarpe sono bianche?
Marco:Bianchissime!
Raffaele:E’ lei!!!!!!
Entra la ragazza nel locale e si dirige verso Marco
Veronica:Ciao Raffaele…sono la tua Veronica!!La tua anima gemella!
Veronica abbraccia forte Marco, Raffaele si siede ad un tavolo e fa la parte indifferente guarda un giornale che sta lì.
Marco:Anima gemella…non esageriamo…io sto anche a dieta….Ciao…ma chi sei…
Veronica:Sei sempre il solito giocherellone!!!Sono il tuo amore fantastico
Marco:Ecco fantastico…parola giusta….nel senso di fantasia!!E’ una fantasia….Io non ti ho mai visto!
Veronica: Ma è logico….Io sono l’amore della tua chat!!!
Marco:Chat…ah…sì chat….chat…che sbadato…sai l’emozione fa brutti scherzi….ma scusa tu non dovevi essere bionda?
Veronica comincia a ridere
Veronica:scherzetto!!!!Era la foto di una mia amica!!!
Marco:Ahhhh, e dov’è la tua amica?
Veronica:Tesoruccio…ma ci sono qua io….
Marco:E questo è il problema!
Veronica: Sorpreso?
Marco:noooo!!!sei proprio come ti aspettavo…avevo immaginato che non potevi essere tu nella foto…troppo standard…troppo comune… un viso troppo perfetto……e poi che schifezza quelle donne tutte curve!!!La ciccia…eh…la ciccia….bella la ciccia ..vero Marco…guarda che c’è un mio amico che adora le donne …diciamo così…. un po’ in carne…vero Marco?
Raffaele:Sì…effettivamente….hanno un non so che di diverso…di sostanzioso… diciamo….ma purtroppo lei si è innamorata di te…Che occasione mancata!!!
Marco:Ehhhhh, ahhhh, innamorata, e già ….dimenticavo!!!Gli amici eh!!!!
Raffaele si alza e indossa il grembiule del cameriere
Raffaele:Raffaele( si rivolge a Marco) proprio in nome della nostra amicizia consuma il tuo happy hour con la tua bella amichetta… amicona!!!Preparo io…Monica… caviale e champagne per Raffaele!!!!Accomodatevi
Raffaele in queste occasioni non bada a spese!!!Vero Raffaele?(rivolgendosi sempre a Marco)
Marco lancia uno sguardo fulminante a Raffaele e Monica esce di scena. Marco tenta di alzarsi ma Veronica lo tira per un braccio per farlo sedere
Marco: Ma non è il caso …non abbiamo niente da dirci…
Veronica:Ti stai innamorando…lo sento…il mio intuito femminile me lo dice….sei intimidito!
Marco:penso che il tuo intuito si sia inceppato in qualche interferenza !
Veronica:Ahhhh(ride sguaitamente) sei anche spiritoso… …bello di ciccia tua!!!(gli fa una carezza dolorosa sul viso)
Marco:Mano pesante?Ehhh!!!!
Veronica:E’ la forza dell’amore!
Entra Raffaele con il vassoio con l’aperitivo e tutto un ben di Dio
Marco:Grazie, non dovevi!(con tono di rimprovero)
Raffaele: a cosa servono gli amici!
Entra Katia la ragazza della foto, Raffaele la guarda estasiato e si precipita incontro ma lei invece è incantata da Marco e si dirige verso di lui
Katia: Ciao Raffaele, sono venuta a conoscerti…ero curiosa di sapere a chi avevo prestato le mie misure! Sono la ragazza della foto!
Katia bacia Marco sulle guance
Marco:La….ragazza…..della….foto??Quale…foto?...Ah…sì…sì…Raffaele…la foto…la chat….Ammazza….Ahooooo!!!!!
Raffaele:Erano in buone mai…le mie…. sono io Raffaele!!
Marco:ma quando mai…Raffaele sono io…!!!
Raffaele:Non facciamo scherzi che qui di Raffaele ce n’è uno solo…e quello sono io!
Marco: Katia, chi è l’uomo della chat …io o lui?
Katia:Ma sei inconfondibile…. Raffaele sei tu!(si rivolge a Marco) Ho visto le tue foto…sei bellissimo…….ma io ....non mi permetterei mai…di intromettermi tra voi due! Siete così innamorati!
Katia fa una carezza dolcissima a Marco che si scioglie
Marco:Ma per carità…intromettiti pure … siamo persone …. disponibili!!!
Raffaele:Non facciamo scherzi…Raffaele sono io…io ho mandato la foto di Marco..per fare più bella figura…ma l’uomo dei sentimenti, dell’anima e dell’universo …eccolo qua!
Veronica:Tesoro sentivo che non c’era feeling con lui…sei tu il mio amore!!!!
Veronica si lancia su Raffaele e lo atterra e comincia a baciarlo…mentre Raffaele si dimena. Dopo un po’ riesce a liberarsi e scappa dal locale e Veronica gli corre dietro
Marco:Katia io sono quello della foto! Non sono l’amico di Veronica...
Marco la guarda estasiato e parla con un tono dolcissimo
Katia:L’ho capito…Sono contenta che non eri tu l’amico di Veronica, mi sono innamorata di te da subito…dei tuoi occhi verdi….del tuo sguardo intenso! Ma non avevo il coraggio di dirlo a Veronica …era una sofferenza per me! Sono venuta qui solo per vederti da vicino …ma me ne sarei andata in punta di piedi….
Marco:E chi ti fa andare più via! Posso offrirti qualcosa?
Entra Monica che li guarda sorridendo
Katia:Mi basti tu..lasciati guardare!
Marco: (con tono deciso)Ma vedi che pasticcio…io che sono sempre stato uno terra terra ora mi sento di volare!
Monica:Prima di spiccare il volo …mi vieni a dare una mano dietro al banco…scusa signorina…ma ora mio fratello serve a me…
Marco: zoticona!!!
Monica: Marco sveglia …l’happy hour è a momenti…
Marco: Ah sì,sì, scusa non andare via , (guarda Katia)ora arrivano tutti e ti presento alla compagnia!
Katia:Sì, fai pure…è tutto così bello qui!
Marco si alza, fa un grosso respiro e mentre va dietro le quinte si gira continuamente per guardare Katia
Monica:Si è scemunito!!!! Se questo è l’amore preferisco farne a meno!
Katia si alza e va verso Monica
Katia:Stare con i piedi per terra e respirare al settimo cielo è una bella sensazione credimi…nemmeno la droga e l’ alcool potrebbero fare meglio!
Monica:Bisogna dirlo a Kate Moss e a Paris Hilton …si risparmierebbero tante grane!
Katia: certo che non lo sanno, quelle sono due povere ragazze … che possono fare solo danni nelle ragazzine che le imitano!Quando si arriva a quel punto bisogna solo aiutarle seriamente e calare su di loro un velo pietoso!
Comincia come sottofondo prima lentamente e poi sempre più forte la musica di Happy hour di Ligabue ed entrano tutti i personaggi che cantano e ballano su quel ritmo.
(Si può ballare tutto il testo in modo programmato, oppure ognuno entra ballando come vuole e poi si siede).Pippotto sale su un tavolo
Pippotto: Nel mio locale niente alcool, qualche goccino solo a chi non ha la patente,va bene?
Tutti:D’accordo!
Pippotto scende dal tavolo
Pippotto:chi vuole bere vada altrove…..ah!!! se non ci riescono i vostri genitori lo faccio io…mi sono scocciato di portare succhi di frutta e caramelle a tutti gli stroppiati in ospedale…con l’euro costano troppo!!!
Si chiude il sipario